Salta al contenuto
BANDO ATA 2024 - ACCEDERE ALLE GRADUATORIE
BANDO ATA 2024 - ACCEDERE ALLE GRADUATORIE

Giovedì 18 gennaio 2024 è stato siglato il nuovo Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro (CCNL) per il comparto della Scuola. Tra le numerose innovazioni introdotte nel contratto, particolare attenzione è stata dedicata all'obbligo per il personale ATA di ottenere la "Certificazione Internazionale di Alfabetizzazione Digitale". 

La conferma definitiva di questa certificazione nel testo finale del CCNL implica che tutti coloro che aspirano ad entrare nelle nuove graduatorie dovranno essere in possesso di tale qualifica. Inoltre, coloro che erano già presenti nelle graduatorie precedenti e intendono ripresentare domanda avranno un anno di tempo per conseguire la certificazione.

I requisiti che deve avere la certificazione internazionale di competenza digitale sono chiare e puntuali, come indicato nella nota congiunta 5 a pagina 79, che riporta: 

“Con riferimento all’art. 59 (Norme di prima applicazione), comma 10, ed all’Allegato A le parti precisano che per certificazione internazionale di alfabetizzazione informatica deve intendersi la certificazione rilasciata da un ente accreditato presso l'ente di accreditamento nazionale che attesta la competenza e l'indipendenza degli organismi di certificazione e la conformità delle certificazioni ai framework europei. Tale certificazione deve essere registrata presso il medesimo ente di accreditamento, essere in corso di validità all'atto dell'iscrizione in graduatoria, attestare il superamento di un test finale relativo all'acquisizione delle competenze informatiche richieste, tra le quali: conoscenza dei sistemi operativi, di word processor, di fogli elettronici, di gestione della posta elettronica".

Le certificazioni digitali riconosciute dal MIM dovranno quindi avere i seguenti requisiti:
essere rilasciate da Enti accreditati ad ACCREDIA 
essere accreditate ad ACCREDIA ed in corso di validità
essere conformi alle normative europee in materia 
 
AICA è Ente accreditato ACCREDIA dal 1° Aprile 2014, con il percorso di certificazione ICDL FULL STANDARD.
Ad oggi, sono più di 66.000 le persone in possesso di un certificato ICDL Full Standard in corso di validità, come risulta dal Registro delle Figure Professionali Certificate della banca dati online di Accredia.
 
A seguito di recenti indicazioni chiarificatrici da parte di ACCREDIA stessa, per essere conformi alle normative europee in materia le certificazioni ICDL Full Standard in corso di validità dovranno essere integrate con un'ulteriore verifica per definire il livello di competenza del candidato rispetto al Framework DigComp 2.2
 
Tale verifica DigComp 2.2, composta da domande a scelta multipla, stabilisce il livello di padronanza rispetto a DigComp 2.2 e non prevede, come esito, “superato” o “non superato”.
 
La verifica potrà essere sostenuta attraverso i Test Center qualificati da AICA, sia in presenza sia in remoto, secondo gli standard di qualità di AICA coerenti con le norme di ACCREDIA e attesta la conformità a DigComp 2.2, definendo il livello di competenze raggiunto dal candidato. Sarà possibile ripetere la verifica DigComp 2.2 in qualsiasi momento.
 
Per sostenere la verifica DigComp 2.2 sarà necessario essere in possesso di una certificazione ICDL Full Standard in corso di validità.
 
Questa opportunità consentirà quindi a tutti i candidati che hanno scelto il percorso ICDL Full Standard di ottenere, oltre alle certificazioni degli esami che compongono ICDL Full Standard, anche un certificato internazionale di alfabetizzazione digitale secondo il framework DigComp 2.2, che permetterà di partecipare a Bandi e concorsi, come il Bando ATA.

Le risposte alle vostre domande le trovi qui 

I requisiti che deve avere la certificazione internazionale di competenza digitale sono chiare e puntuali, come indicato nella nota congiunta 5 a pagina 79, che riporta: 

Con riferimento all’art. 59 (Norme di prima applicazione), comma 10, ed all’Allegato A le parti precisano che per certificazione internazionale di alfabetizzazione informatica deve intendersi la certificazione rilasciata da un ente accreditato presso l'ente di accreditamento nazionale che attesta la competenza e l'indipendenza degli organismi di certificazione e la conformità delle certificazioni ai framework europei. Tale certificazione deve essere registrata presso il medesimo ente di accreditamento, essere in corso di validità all'atto dell'iscrizione in graduatoria, attestare il superamento di un test finale relativo all'acquisizione delle competenze informatiche richieste, tra le quali: conoscenza dei sistemi operativi, di word processor, di fogli elettronici, di gestione della posta elettronica".