Rassegna stampa
Rassegna stampa
Rassegna stampa
Archivio Rassegna Stampa
Le competenze del futuro? Leadership e digitali
Fonte: Dazebaonews.it

"Skill digitali, soft skill, e-leadership sono i tre cardini del lavoro futuro". A dirlo Marco Gay, presidente Anitec Assinform ed esperto del settore. "Quando si parla di trasformazione digitale delle imprese -afferma- il focus è quasi sempre sull'impatto sui modelli di business. Inevitabilmente, perché tutto parte da lì: le tecnologie digitali cambiano i modi di produrre, creare prodotti e servizi, far filiera, relazionarsi con la clientela, sino a rivoluzionare i fondamenti di mercati che sino a pochi anni fa si ritenevano relativamente stabili.
Competenze Digitali: cosa sono e perché sono importanti per le aziende
Fonte: Retefin.com

Una prima definizione di Competenze Digitali è stata proposta, nel 2006, dal Parlamento Europeo nel documento “Raccomandazione del Parlamento Europeo e del Consiglio del dicembre”, che indicava le otto competenze chiave per l’apprendimento permanente: “la competenza digitale consiste nel saper utilizzare con dimestichezza e spirito critico le tecnologie della società dell’informazione (TSI) per il lavoro, il tempo libero e la comunicazione. Essa è supportata da abilità di base nelle TIC (Tecnologie dell’Informazione e della Comunicazione): l’uso del computer per reperire, valutare, conservare, produrre, presentare e scambiare informazioni nonché per comunicare e partecipare a reti collaborative tramite Internet”
Fs, ecco le carriere dei nuovi vertici
Fonte: The Medithelegraph.it

Ecco i curricula del nuovo amministratore delegato delle Ferrovie dello Stato, Gianfranco Battisti, e del nuovo presidente, Gianluigi Vittorio Castelli.
Competenze digitali, cosa chiede il mercato del lavoro
Fonte: Fastweb.it

Emerge così che le competenze di base – come la scrittura di un documento di testo con un editor informatico, tanto per fare un esempio – sono richieste mediamente nel 48% dei casi, con punte del 54% nel settore del commercio. Diversa, invece, la situazione negli altri settori, dove è maggiore la richiesta di skill avanzate (come quelle applicate e di tecniche ICT). Dai dati dell'Osservatorio emerge che le competenze digitali più complesse sono più apprezzati nei settori del manifatturiero e dei servizi, perché visti come fattori di una più evoluta professionalità. E questo si accentua per le attività più tipiche dell'azienda (Core) ove la rilevanza media degli skill avanzati sale al 63% nell'industria e al 41% nei Servizi.
INTELLIGENT ANALYTICS PER L'IMPRESA DI OGGI E DI DOMANI
Fonte: Office Automation

All'inizio si parlava di DSS, decision support system, poi si è passati alla Business Intelligence, oggi si parla di Intelligent Analytics, ma l'obiettivo è sempre lo stesso: basarsi su dati reali e certificati per prendere la decisione giusta al momento giusto, sfruttando le capacità offerte dalla tecnologia.
Promuovere la domanda di servizi digitali, basta storytelling: ecco il ruolo della PA
Fonte: Agendadigitale.eu

Articolo di Giuseppe Pirlo, Referente dell’Università degli Studi di Bari Aldo Moro per Agenda Digitale e Smart City e Presidente AICA Puglia
Istao e digitalizzazione, Marcolini: «Le Marche tra le reazioni meno vivaci sul piano nazionale»
Fonte: Centropagina.it

Innovazione digitale, formazione delle competenze manageriali, economia e territorio. Sono questi i temi al centro del volume sul 50ennale dell’Istao intitolato “Le competenze per costruire il futuro”, presentato ad Ancona nel corso di una conferenza stampa a Villa Favorita, alla presenza del direttore Pietro Marcolini, di Gioacchino Garofoli dell’Università dell’Insubria e docente Istao e di Bruno Lamborghini, Vice Presidente AICA
Cittadinanza digitale, premio al primo istituto comprensivo
Fonte: La Gazzetta del Mezzogiorno

Si tratta di un importante concorso promosso dal MIUR ed organizzato dall'Ufficio Scolastico Regionale per la Puglia in collaborazione con l'AICA.
Stage IBM per i campioni delle Olimpiadi di informatica
Fonte: Diregiovani.it

Paolo Battellani, Luca Cavalleri, Michael Chelli, Gabriele Corso e Alessandro Piccaro, guidati Prof. Ing. Paolo Fantozzi, avranno l’opportunita’ di accrescere le proprie competenze e perfezionare le proprie abilita’ informatiche in un polo di eccellenza a livello mondiale.
I CAMPIONI ITALIANI DELLE OLIMPIADI DI INFORMATICA VOLANO IN INGHILTERRA PER UNA ESPERIENZA FORMATIVA
Fonte: ADCGROUP.IT

I cinque vincitori delle Olimpiadi Italiane di Informatica, disputatesi a Trento nel 2017, sono volati in Inghilterra per cominciare uno stage al laboratorio IBM di Hursley