Salta al contenuto
Gruppi di Lavoro
Gruppi di Lavoro
Gruppi di Lavoro
Un'opportunità per i Soci Aica di contribuire alla crescita dell'associazione

AICA da sempre coordina e favorisce un largo ventaglio di iniziative in collaborazione con il MIUR, con importanti realtà accademiche, dell’impresa, professionisti ed esperti di tecnologie dell'informazione e della comunicazione. Si tratta di Gruppi di Lavoro che presidiano i temi più caldi della società dell’informazione.

VAI AL GRUPPO DI LAVORO STORIA DELL'INFORMATICA >

 

 

IoT e digitalizzazione, se ne discute a Genova
Fonte: inno3

L'incontro “IoT tecnologia abilitante nella trasformazione digitale” organizzato dal CTI Liguria a fine giugno fa il punto sul tema dell'internet of things. Un evento che mette a confronto aziende e startup con un taglio formativo
Lorenzo, genio informatico nel grande laboratorio Ibm
Fonte: Gazzetta di Modena

«Voglio programmare i videogiochi». Sin da piccolo Lorenzo Rossi aveva le idee chiare. A 18 anni, lo studente dell'istituto Fermi di Modena è più vicino al sogno. Oggi tornerà a Formigine dopo due settimane presso il laboratorio Ibm di Hursley.
Accrescere le competenze trasversali in Friuli Venezia Giulia
Fonte: bitmat.it

AICA Triveneto e ANPAL Servizi siglano un protocollo di intesa per migliorare i percorsi di acquisizione delle competenze trasversali in Friuli Venezia Giulia AICA Triveneto (sezione territoriale di AICA , associazione italiana dedicata allo sviluppo delle conoscenze, della formazione e della cultura digitale) e ANPAL, Agenzia Nazionale per le Politiche Attive del Lavoro hanno siglato un protocollo di intesa che ha l'obiettivo di semplificare il funzionamento dei percorsi per l'acquisizione delle competenze trasversali e per l'orientamento in Friuli Venezia Giulia.
Aica e Anpal insieme per le competenze in Friuli Venezia Giulia
Fonte: Innovation Post

Aica Triveneto, sezione locale dell’associazione italiana dedicata allo sviluppo delle conoscenze, della formazione e della cultura digitale, e Anpal – Agenzia Nazionale per le Politiche Attive del Lavoro, hanno siglato un protocollo di intesa che ha l’obiettivo di semplificare il funzionamento dei percorsi per l’acquisizione delle competenze trasversali e per l’orientamento in Friuli Venezia Giulia. L’accordo permetterà agli studenti della regione di ottenere competenze spendibili nel mercato del lavoro facilitando la transizione dalla scuola al mondo del lavoro.
Protocollo di intesa tra AICA e ANPAL per migliorare le competenze trasversali in Friuli Venezia Giulia
Fonte: datamanager.it

Protocollo di intesa tra AICA e ANPAL per migliorare le competenze trasversali in Friuli Venezia Giulia.
Digitale, Confindustria: piano straordinario per l'Italia
Fonte: firstonline

Nella trasformazione digitale il Paese sta perdendo posizioni rispetto agli altri Paesi europei. La richiesta: più investimenti e cabina di regia a Palazzo Chigi. Nel 2021 serviranno 45.000 tecnici Ict, ma dove si trovano? L'innovazione digitale fa crescere il Pil.
L'Italia offre 45mila posti di lavoro (ben pagato) in questo settore
Fonte: forexinfo.it

Tra il 2019 e il 2021 saranno quasi 45.000 i posti di lavoro disponibili in questo settore, ma poche le figure professionali competenti. Di posti di lavoro in Italia ce ne sono, ma poche sono le figure professionali capaci di incontrare e soddisfare l'offerta lavorativa delle aziende, soprattutto nel settore ICT (Information and Communication Technology), che utilizza la tecnologia nella gestione e trattamento delle informazioni.
Il Caboto ha vinto il premio AICA
Fonte: Il Secolo XIX

Gli studenti hanno partecipato al bando dell’Associazione Italiana per l’Informatica e il Calcolo Automatico. Hanno elaborato un progetto teso al sensibilizzare alla pace.
L’Italia hi-tech cerca 45mila tecnici ma non li trova
Fonte: ilsole24ore.com

«Non c’è mai stato, nella Storia, un momento migliore per essere un lavoratore con competenze speciali e la giusta formazione: con le tecnologie oggi disponibili, queste persone possono creare e attrarre valore in ogni campo». Erik Brynjolfsson e Andrew McAfee, studiosi del «Center for digital business» del Mit di Boston, nel loro libro La nuova rivoluzione delle macchine (Feltrinelli, 2015) divenuto un classico nel dibattito sul futuro del lavoro, incoraggiano il lettore in cerca di una direzione ma, subito, lo mettono in guardia.
Quei lavoratori ICT che non si trovano in Italia
Fonte:

In Italia, tra il 2019 e il 2021 le sole imprese del settore Ict (tecnologie dell'informazione e della comunicazione) avranno bisogno di quasi 45 mila tecnici. Un fabbisogno, spiega il Sole 24 Ore, che il mercato difficilmente riuscirà a soddisfare.