Skip to Content
Istituto Comprensivo Capozzi-Galilei di Valenzano premiato a Bruxelles dal Commissario europeo all'innovazione
barilive.it
Il 21 gennaio il Commissario Europeo all'Innovazione, Mariya Gabriel, premierà un team dell'Istituto Comprensivo "CapozziGalilei" di Valenzano, con il titolo di Ambasciatore dell'educazione digitale nell'UE e un contributo in denaro. Il team della scuola 'Capozzi-Galilei' è risultato tra i tre vincitori del contest internazionale DigiEduHack, dedicato al tema dell'innovazione nell'istruzione, nel cui ambito si sono confrontati partecipanti da tutto il mondo. Qualificatasi tra i dieci finalisti, unica scuola italiana in un concorso che ha visto partecipare soprattutto università ed enti scientifici, la squadra giunge a questo traguardo al termine di un percorso iniziato lo scorso ottobre, con l'organizzazione a Valenzano di una maratona digitale che aveva visto competere a livello locale gruppi composti da docenti e alunni, affiancati da informatici ed altri innovatori; l'evento si svolgeva in contemporanea con analoghe maratone organizzate a livello globale da altri enti educativi, coordinati dall'università finlandese di Aalto nell'ambito del Piano d'azione per l'istruzione digitale della Commissione Europea (https://ec.europa.eu/educ ation/education-intheeu/digital-education-actionplan_it). Superando il vaglio della giuria internazionale del premio e di una votazione online (tramite la piattaforma UniteIdeas delle Nazioni Unite), si è imposta l'idea, proposta dal team della scuola, di una "stanza" virtuale per l'apprendimento della scienza. Lo studente, muovendosi in questa "science escape room" attraverso un proprio avatar, deve evadere raccogliendo indizi, apprendendo e mettendo alla prova conoscenze, scortato lungo il percorso dalle figure di celebri scienziati, ricreati virtualmente per illustrare l'origine delle proprie idee, raccontare le lotte affrontate in difesa della conoscenza, testimoniare l'importanza della scienza e della ricerca. L'esperienza conferma la qualità dei risultati che è possibile raggiungere, a qualsiasi latitudine, quando le istituzioni scolastiche interagiscono costruttivamente con le altre agenzie formative presenti sul territorio (in questo caso con ricercatori delle università di Bari e del Salento e del Politecnico di Bari, con l'AICA Puglia e con altri educatori generosamente resisi disponibili alla collaborazione con i docenti e i precocissimi talenti della scuola). La rappresentativa che parteciperà alla premiazione è costituita da tre alunni di terza media (Ilaria Loizzi, Mario Recchia e Jonathan Sisto), tre docenti (Luigia Palumbo, Margherita Sivo, Gianluca Traversi), un ricercatore (Michelangelo Tricarico), una psicologa (Edivge Zatton), il dirigente scolastico dell'istituto (dott. Donato Mansueto).