Salta al contenuto
Oggi contro il bullismo
Public Now
Oltre il 50% dei ragazzi tra gli 11 e 17 anni ha subito episodi di bullismo, e tra chi usa quotidianamente il cellulare (85,8%), ben il 22,2% riferisce di essere stato vittima di cyberbullismo. A ricordarlo è la Società Italiana di Pediatria preventiva e sociale (Sipps), in occasione della Giornata nazionale contro il bullismo e il cyberbullismo che ricorre oggi, 7 febbraio. Quanto sia in crescita la percentuale di ragazze e ragazzi che vivono esperienze negative online lo sottolinea anche la ricerca EU Kids Online per MIUR e Parole O_Stili. Telefono Azzurro segnala in aumento grooming, contenuti di violenza, cyberbullismo, sexting e sextortion, stalking, violazioni privacy, gambling e furti di identità. 'I giovani ne sanno più di noi', pensano genitori e docenti, e, in difficoltà a valutare, lasciano una generazione da sola, senza strumenti, ad affrontare un fenomeno nuovo, complesso e incontrollabile. Uno studio dell'Aica rileva la pericolosa sopravvalutazione delle competenze dei nativi digitali. I ragazzi, 'illetterati digitali', hanno una conoscenza solo intuitiva della tecnologia (Aica, Il falso mito del 'nativo digitale'). Il 'digital lifestyle' non coincide con le competenze per la vita e il lavoro. Occorre creare un ecosistema formativo che aiuti le persone ad acquisire competenze digitali strategiche e un nuovo paradigma culturale fatto di attenzione, rispetto e confronto. Abbiamo accettato questa sfida con il nuovo progetto 'Social Hosting Hub. Piattaforma educativa integrata, territoriale e online. Ad alto impatto e densità inclusiva, senza gradi di separazione', elaborato con Comunità di Sant'Egidio, ActionAid e Parole O_stili, tra i vincitori della Google.org Impact Challenge sulla Sicurezza [vedi la notizia Challenge sulla sicurezza]. Ricordiamo che il corso DisAbuse, sviluppato con il progetto europeo DisAbuse: Disablist Bullying - Experience into Change, providing the right support services, è disponibile sulla piattaforma Elisa per tutti i docenti che vogliono attrezzarsi, anche con la formazione a distanza, per la prevenzione e il contrasto al bullismo basato sul pregiudizio [vedi la notizia e-Learning con DisAbuse]. Su stereotipi, molestie e violenza di genere si concentra il progetto Gender Equality Matters. Anticipiamo che è già possibile presentare contributi per la conferenza internazionale Gem che si terrà a Dublino a giugno. La prossima settimana daremo informazioni più precise sull'evento e sulle modalità di partecipazione.