Salta al contenuto
L’Italia premiata alle Olimpiadi Internazionali di Informatica
universitari.eu

Si sono concluse sabato 19 settembre le Olimpiadi Internazionali di Informatica, la più importante manifestazione competitiva del settore per i giovani, che vede la partecipazione di studenti delle scuole superiori da ogni parte del mondo. A difendere il tricolore Alessandro Bortolin dell’IT Kennedy di Pordenone (già contestant delle IOI 2019), Filippo Casarin del LS Da Vinci di Treviso, Davide Bartoli dell’IIS Alberghetti di Imola, Valerio Stancanelli del LS Galilei di Catania.
La competizione si è svolta interamente online, secondo le direttive del Comitato Internazionale che ha richiesto però a ciascun Paese partecipante di riunire fisicamente la propria squadra in un’unica sede.
Le Olimpiadi Internazionali di Informatica, IOI (International Olympiads in Informatics) giunte quest’anno alla loro 32° edizione, rappresentano una delle sei olimpiadi scientifiche internazionali insieme a quelle di matematica, fisica, chimica, biologia e astronomia. Sono nate nel 1989 con l’obiettivo di stimolare l’interesse nei confronti dell’informatica e della tecnologia dell’informazione, raggruppando talenti eccezionali dalle varie nazioni per condividere esperienze scientifiche e culturali uniche. Gli atleti competono individualmente, ognuno con il proprio PC, cercando di risolvere i problemi di natura algoritmica.
L’Italia partecipa alle IOI dal 2000, grazie all’accordo tra Ministero dell’Istruzione e AICA, Associazione Italiana dedicata allo sviluppo delle conoscenze, della formazione e della cultura digitale.
La squadra che rappresenta l’Italia alle Olimpiadi Internazionali è selezionata attraverso il percorso delle Olimpiadi Italiane di Informatica (OII). Le OII sono organizzate dalla Direzione Generale per gli ordinamenti scolastici e per la valutazione del sistema nazionale di istruzione del Ministero dell’Istruzione, dall’ITE E. Tosi di Busto Arsizio e da AICA. Il Ministero le ha inserite fra le iniziative per la valorizzazione delle eccellenze per gli studenti delle scuole superiori.
A causa dell’emergenza sanitaria, il calendario della XX edizione delle Olimpiadi Italiane di Informatica è stato rimodulato, posticipando di qualche mese sia la fase territoriale sia la fase nazionale; inoltre il regolamento è stato aggiornato alle nuove esigenze di partecipazione online.
Dopo la selezione scolastica, che si è svolta in presenza il 20 novembre scorso negli oltre 500 istituti iscritti e ha visto la partecipazione di ben 14.309 studenti, la selezione territoriale, che si sarebbe dovuta svolgere in aprile 2020, con circa 1.800 studenti ammessi presso le sedi territoriali, si svolgerà per la prima volta in modalità online il 22 ottobre 2020.
Anche la fase nazionale, che si sarebbe dovuta concludere nel mese di settembre 2020 con la gara finale, sarà per la prima volta in modalità online, nel mese di novembre 2020. Con la finale nazionale avrà inizio l’iter per la partecipazione alle prossime Internazionali, che si terranno la prossima estate.