Salta al contenuto
DESI regionale 2019: l'Italia digitale è divisa in due e lontana dalla Ue
Agenda Digitale
Il DESI regionale consente di identificare con maggiore precisione le aree (del Paese e del DESI) dove risulta necessario intervenire per scalare la classifica europea e colmare i gap che ci contraddistinguono. Sono mostrati i punteggi delle regioni e delle province autonome italiane sul DESI. Figura 1. Punteggio delle Regioni italiane sul DESI (dati raccolti a metà 2018) Nel panorama italiano la migliore performance è ottenuta dalla Lombardia, con un punteggio pari a 49,7 su 100, mentre ultima in classifica risulta essere la Calabria, che registra un punteggio di 20,4. In generale, delle nove regioni con un punteggio superiore alla media italiana, sette sono del nord (Lombardia, Emilia-Romagna, Liguria, Piemonte, Veneto, e province autonome di Trento e Bolzano) e due del Centro (Lazio e Toscana). Al di sotto della media italiana troviamo tutte le altre regioni, in particolare le ultime (sotto i 30 punti) sono tutte regioni del mezzogiorno. Emerge pertanto un gap tra nord e sud del paese che abbiamo già rilevato in passato e che non siamo riusciti ancora a colmare. In tutte le aree, la migliore regione italiana è sempre sotto la media europea; la variabilità delle regioni italiane attorno alla media nazionale è molto ampia, e supera i 50 punti su 100 nell'area capitale umano. Possiamo analizzare i divari regionali anche con riferimento alle singole aree del DESI. In tre delle cinque aree indicate in Figura 3, tutte le nove regioni del nord si trovano al di sopra della media nazionale. Opposta è la situazione delle regioni del sud, in cui almeno sei regioni su otto si trovano al di sotto della media nazionale in quattro aree su cinque. La Sardegna è forse la più virtuosa tra le regioni del mezzogiorno, essendo l'unica sopra la media italiana per uso di internet, oltre a ben figurare per i servizi pubblici digitali. È proprio in quest'ultima area, infatti, che sembrano venir meno i costanti divari per ripartizione, in calo anche nell'area connettività. Per 11 indicatori non è stato possibile replicare lo stesso dato utilizzato a livello europeo, a causa della definizione dell'indicatore o dell'indisponibilità del dato disaggregato. Per 9 indicatori, invece, non è disponibile il dato a livello regionale ma solo di ripartizione geografica (Nord-Ovest, Nord-Est, Centro, Sud e Isole). Indicatore sviluppato dall'Osservatorio Competenze Digitali (Aica, Anitec-Assinform, Assintel, Assinter) per misurare l'incidenza delle skill digitali nelle diverse professioni.