Salta al contenuto
AICA Triveneto e ANPAL Servizi sigla un protocollo di intesa in Friuli Venezia Giulia nell’ambito dei percorsi per le competenze trasversali e l’orientamento

Udine, 31 luglio 2019 - AICA Triveneto (sezione territoriale di AICA, associazione italiana dedicata allo sviluppo delle conoscenze, della formazione e della cultura digitale) ha siglato un protocollo di intesa nell’ambito del Progetto “Tutor per l’alternanza” di Anpal Servizi (Agenzia Nazionale per le Politiche Attive del Lavoro) per amplificare ancora le opportunità offerte dai percorsi per l’orientamento e le competenze trasversali (già alternanza scuola lavoro).

L’accordo permetterà agli studenti della regione di valorizzare le competenze spendibili nel mercato del lavoro facilitando la transizione dalla scuola al mondo del lavoro. 

In particolare si lavorerà su diversi fronti: la qualificazione dei percorsi per le competenze trasversali, la realizzazione di esperienze di orientamento rivolte agli studenti e la sperimentazione sul territorio di nuovi approcci all’ “alternanza”. 

Attraverso il nuovo protocollo, AICA Triveneto si impegna a condivideire, già a partire dai dirigenti scolastici delle 16 scuole coinvolte nel progetto l’importanza delle competenze informatiche certificate per la scuola e il mondo del lavoro e la possibilità di diventare gratuitamente “test center” accreditato, nonché a individuare un referente per ogni realtà scolastica che decide di intraprendere questo percorso. AICA infatti, in qualità di ente garante per l’Italia, offre la certificazione delle competenze informatiche europee ECDL/ICDL (International Certification of Digital Literacy), e-Citizen, e-CFplus (European Certification of Informatics Professionals/e-Competence Framework plus) e e4job. 

«La sezione del Triveneto di AICA, come afferma il Presidente della Sezione Antonio Piva, consentirà anche di snellire i rapporti tra gli istituti e le realtà innovative del territorio, per individuare le professioni emergenti e le competenze più richieste in ambito digitale, e di organizzare workshop e interventi con docenti e studenti per parlare dell’uso consapevole delle tecnologie digitali e delle competenze digitali utili nel mondo del lavoro nella aziende e nelle PA»

«Con questo accordo – afferma il Presidente di AICA, Giovanni Adornivogliamo mettere in piena luce l’importanza strategica ricoperta dall’alternanza scuola-lavoro poiché si tratta di un momento di particolare rilievo per i giovani, sul piano formativo, educativo e di preparazione al lavoro. L'intento è quello di assicurare agli studenti l’acquisizione di competenze spendibili nel mercato del lavoro, anche con riferimento alle competenze trasversali (soft skills) rafforzando il sistema di relazioni tra le scuole ed il sistema produttivo provinciale, anche tramite il coinvolgimento delle rappresentanze imprenditoriali. Inoltre, ospitare i ragazzi delle scuole nella propria realtà aziendale rappresenta un’esperienza positiva anche per l’imprenditoria. In questo modo aziende nazionali e internazionali avviano un investimento a lungo termine sul possibile capitale umano di domani».