+ Se si cambia la dimensione o la risoluzione dello schermo cambia anche la dimensione dei caratteri?

Per rispondere è necessario fare una distinzione:

R: Se viene scritta una frase con i caratteri di una certa dimensione e si allarga o si restringe il campo testo sulla LIM, si modificano anche le dimensioni dei caratteri in modo proporzionale. In genere, però, se la dimensione carattere richiesta è 20 pt, si tollera un errore da 19 a 21 pt.


La dimensione dei caratteri cambia se si varia la risoluzione dello schermo.

R: La corretta riproduzione delle immagini sul monitor dei computer dipende dalla risoluzione impostata e quindi, in corrispondenza della scheda video installata, si ha un intervallo di risoluzioni utilizzabili. Diverso è il problema dei video proiettori che ottimizzano le loro prestazioni per un intervallo più limitato di risoluzioni e, in alcuni casi, una sola predefinita. Altra ancora è la possibilità di gestire il cambio di risoluzione delle LIM per un corretto funzionamento.
Per esempio la LIM Smart Notebook mantiene inalterata la dimensione dei caratteri indipendentemente dalla risoluzione dello schermo impostata. La LIM Interwrite Workspace, invece, al di sotto di una certa risoluzione, avverte di non poter mantenere un corretto funzionamento. Infatti, i caratteri scritti nel Size 20 pt. sono riprodotti al Size 18 pt.. Altre LIM non sono in grado di mantenere le dimensioni impostate dei caratteri al variare della risoluzione e non avvertono del possibile cambiamento.
La soluzione che proponiamo è che i Test Center, all'atto dell'esame, facciano effettuare i Test impostando una risoluzione che sia gestibile dalla LIM utilizzata per la prova, ovviando all'anomalia riscontrata. Se questo non fosse possibile, sarà opportuno che, di volta in volta, dichiarino la risoluzione impostata sui loro computer, in modo che, in fase di correzione, si possa tenere conto delle possibili variazioni delle dimensioni dei caratteri.

E' errore comune pensare che le macchine rispondano alle nostre impostazioni senza tenere poi conto dei limiti delle loro prestazioni. Usare risoluzioni così spinte non garantisce il corretto funzionamento degli apparati di visualizzazione dell'intero sistema Computer, videoproiettore, software LIM.

Se, poi, si utilizzano risoluzioni molto spinte, non sempre la riproduzione dei testi e delle immagini avviene agevolmente su computer che non raggiungono tali risoluzioni. Una conseguenza, per esempio, è che alcune pagine della LIM sono riprodotte in un formato molto grande rispetto al riquadro della lavagna e difficilmente visibili e leggibili sullo schermo.

+ Abbiamo usato la LIM Interwrite Workspace ver.9 e abbiamo riscontrato alcune anomalie, come ci dobbiamo comportare?

1. Non vengono riconosciute e trasformate in digitale il testo e le forme fatte manualmente.
R: L'OCR delle LIM non è sempre efficiente, mentre le forme geometriche riconosciute sono solo alcune e previste dal software della LIM. (Domanda non prevista nell'esame)

2. La cattura della schermata parziale o totale della pagine non viene salvata come immagine, ma Inserita come immagine nella pagina successiva del documento aperto.
R: Cattura schermo fornisce l'immagine dello schermo o della porzione di esso selezionata sulla pagina stessa o se spuntata l'opportuna opzione su una nuova pagina.

3. Attivata la Galleria, l'operazione di costruzione dell'indice impiega circa 15 minuti e, pur essendo già stata fatto la prima volta, viene ripetuta ad ogni chiusura e apertura.
R: La galleria si apre in circa 30'. Si consiglia di verificare il funzionamento del computer in uso. Si suggerisce di non chiudere la galleria per tutto il tempo necessario al suo utilizzo.

4. L'annotazione fatta su un filmato viene salvata con il fondo del filmato nero...
R: Non abbiamo avuto modo di rilevare questo risultato. Probabilmente dipende dal player utilizzato. (Domanda non prevista nell'esame).

+ In una domanda del Test del Modulo 1 viene richiesta la presenza del carattere “Matisse” che però non è presente nella raccolta dei Font, come ci si deve comportare?

Il carattere “Matisse” può essere sostituito con altro carattere equivalente, indicando la motivazione della sostituzione. In ogni caso si suggerisce ai Test Center di includerlo nella propria raccolta sul PC.

+ Sulla nostra LIM SmartBoard non è installato il Tool Notebook Math come ci dobbiamo comportare?

Con riferimento alla segnalazione facciamo presente quanto segue:
- la domanda segnalata prevede che sulla LIM sia installato il Tool "Notebook Math". Se il TC non ha installato questo tool, è accettabile, in sostituzione, che la "divisione forma" venga effettuata in 8 parti tramite l'uso della "linea". Per questa situazione contingente, nella correzione non verrà considerato "errore" la risposta svolta tramite l’utilizzo della “linea”.

+ Per sostenere l'esame Cert-LIM in un Test Center, è necessario utilizzare una LIM collegata al computer?

Non è necessario utilizzare la LIM per rispondere ai quesiti sia del Modulo I, sia del Modulo II, ma è sufficiente utilizzare il software proprietario della LIM istallato sul computer d'esame, dato che è in grado di svolgere tutte le funzioni e i comandi richiesti per sostenere la prova. In questo modo nel Test Center si possono sostenere più prove d'esame.

Per quanto riguarda gli aspetti operativi, sottolineiamo che la progettazione, realizzazione di UdA preparate dagli insegnanti, sia per la lezione in classe che per sostenere gli esami della certificazione, va fatta su di un computer, utilizzando il software proprietario della lavagna e gli altri applicativi, strumenti ecc, che si rendono opportuni. Mentre l'utilizzo della LIM è necessario in classe per la normale attività didattica, o per attività di formazione, è per presentare e condividere il prodotto didattico con gli studenti o i formandi.