Salta al contenuto
Fare didattica nel Web 2.0
Fare didattica nel Web 2.0

Fare didattica nel web 2.0 è la proposta formativa di AICA per l’integrazione di strumenti e ambienti digitali nella didattica.

Il corso - realizzato sulla base dei risultati di un progetto europeo, Sloop2desc - è stato erogato dal 2013 in più forme: 

  • corsi in rete in modalità classe virtuale (gruppi di corsisti che lavorano in rete collaborativamente e con i tutor per un periodo di tempo definito),
  • corsi in rete in auto-formazione assistita da un tutor,
  • corsi in modalità blended (incontri in presenza e attività in rete con assistenza tutoriale).


In tutti i casi i corsi presentano un taglio pratico:  imparare ad usare ambienti e strumenti liberamente disponibili in rete per progettare e realizzare attività e risorse didattiche per i propri studenti.

Il corso offre video-tutorial e case-study accompagnati da esercitazioni che conducono i corsisti a creare e condividere risorse didattiche sviluppate sulla base delle più innovative metodologie didattiche.

A conclusione dei corsi, sulla base delle consegne effettuate, vengono rilasciati attestati e Mozilla Open Badge.

 

Corsi standard in auto-formazione

Al momento sono disponibili due corsi in auto-formazione:

  • A - Fare didattica nel web 2.0 – Essentials (100 ore)

  • Fare didattica con LIM e Tablet.
  • Modelli di didattica delle competenze: EAS e Flipped classroom.
  • Ricerca in rete di risorse didattiche riutilizzabili.
  • Produzione di risorse didattiche con Jing e Prezi.
  • Creazione di classi e percorsi con Edmodo.
  • Condivisione e lavoro collaborativo con Drive.

 

  • B - Strumenti per la produzione di risorse didattiche (100 ore)

  • Produzione di risorse didattiche con Thinglink, Popplet, Dipity, Blendspace, QuestBase, Tour Builder, eXelearning, Screencast O’Matic, Geogebra, Audacity.
  • Esempi di applicazioni didattiche.

 

Corsi personalizzati in modalità blended e/o in rete

A richiesta di singole scuole o di reti, AICA è in grado di offrire corsi personalizzati in diverse modalità e con diverse durate garantendo le azioni di tutoraggio e monitoraggio in rete. Per modalità che prevedono momenti di formazione in presenza, nel caso manchino competenze all’interno della scuola, AICA mette a disposizione i propri formatori.

I moduli formativi fra cui scegliere sono i seguenti (anche se è possibile richiedere una diversa organizzazione o diversi contenuti):

  • Modulo 1. Modelli di didattica delle competenze nella tecnologia 
    • La funzione docente attraverso un approccio costruttivista e multidisciplinare.
    • L’apprendimento contestualizzato ed esperienziale attraverso le nuove tecnologie.
    • Modelli di didattica esperienziale per competenze (Flipped Classroom e Episodi di Apprendimento Situati – EAS).
  • Modulo 2. LIM, Tablet, App e ricerca in rete di risorse didattiche
    • La LIM.
    • Dispositivi mobili e app didattiche.
    • La ricerca e selezione di risorse per la didattica in rete (come valutare la loro adeguatezza e come utilizzarle in classe). 
    • Le risorse opensource, il copyright e le licenze Creative Commons. 
  • Modulo 3. Creazione di classi virtuali e di percorsi didattici (Edmodo e/o Moodle  e/o Google classroom)
    •  Ambienti di eLearning. 
    •  Creazione e gestione di classi virtuali: ideazione di percorsi personalizzati, azioni di tutoraggio in rete, condivisione di risorse, realizzazione di prove di verifica online, creazione di sondaggi relativi agli apprendimenti e/o all’organizzazione didattica, creazione di biblioteche virtuali.
    •  Ambienti in rete per la gestione dii rapporti con le famiglie. 
  • Modulo 4. Produzione e condivisione di risorse didattiche 
    • Linee-guida per la progettazione e la realizzazione di contenuti multimediali. 
    • Ideazione di attività collaborative per la co-creazione di risorse.
    • Archiviazione, condivisione e produzione collaborativa di documenti online con Google Drive.
    • Utilizzo di software per la creazione di risorse : Jing, Blendspace, Padlet, Thinglink, Prezi, Zaption, Kahoot!, Poplet, …
  • Modulo 5. Educare al coding/computational thinking
    • L’importanza del “computational thinking” in tutti gli ambiti disciplinari.
    • Un approccio olistico a Digital Literacy e Computational thinking.
    • Il progetto “Programma il futuro” e l’utilizzo della piattaforma cod.org.
    • La proposta LOGIC (Beebot, Drape, Logo, Robomind, Snap! by Scratch). 
  • Modulo 6. Digital makers, Fab lab, Start-up. Educare all’imprenditorialità tramite la didattica del fare
    • Il digitale e l’innovazione.
    • Stampanti 3D e digital manufacturing.
    • Creazione di FabLab  e Start-up.
    • Crow-funding.

Per informazioni SCRIVICI